Steve Mc Curry racconta la storia e le tradizioni della Festa dei Ceri

Steve Mc Curry racconta la storia e le tradizioni della Festa dei Ceri


Diciotto scatti di un maestro della fotografia per immortalare e raccontare la passione, la storia e la tradizione della Festa dei Ceri di Gubbio: è intitolata ‘Passionate Umbria ceraioli of Gubbio” la mostra del fotografo Steve McCurry, che sarà esposta nella Sala dell’Arengo di Palazzo dei Consoli di Gubbio dall’8 dicembre al 29 aprile.

La mostra è stata presentata stamani a Perugia dall’assessore regionale alla cultura, Fabrizio Bracco, e dal sindaco di Gubbio, Filippo Mario Stirati.

“Si tratta di un evento importante – ha detto l’assessore Bracco – che va ad arricchire ‘Sensational Umbria’, che rappresenta la sintesi generale del viaggio compiuto in Umbria dal grande fotografo statunitense per raccontarne valori, gente, eventi, emozioni ed esperienze. ‘Passionate Umbria – ceraioli of Gubbio’ apre un nuovo capitolo e ci racconta e testimonia il senso profondo del legame tra la nostra comunità e la Festa dei Ceri”.

L’assessore Bracco ha quindi riferito che McCurry lo scorso maggio, in occasione della Festa dei Ceri, si è fermato a Gubbio per tre giorni dove ha respirato l’atmosfera che si crea nella città in attesa della Corsa e poi il giorno della Festa: “Abbiamo voluto così dare vita alla mostra - ha riferito Bracco - anche perché la Corsa dei Ceri ha un significato profondo per l’Umbria, che ha scelto proprio i Ceri di Gubbio come stemma della Regione a simbolo di un’identità partecipata. Con questa mostra inizia il nuovo Progetto di Steve McCurry, “Passionate of Umbria, ceraioli of Gubbio”, a cui lui stesso ha voluto dare il nome che gli è parso congeniale a quanto ha visto e, soprattutto vissuto, nei giorni passati a Gubbio. McCurry con l’Umbria ha stabilito un legame profondo e lavoreremo per nuovi progetti”. 
Per il sindaco di Gubbio, Filippo Stirati, “ospitare l’evento dal grande valore artistico e culturale, legato ad una delle più antiche manifestazioni che fanno parte in modo profondo della comunità eugubina, rappresenta per la città motivo di orgoglio”.

Il sindaco Stirati ha annunciato che il lavoro di McCurry arriva in un momento in cui a Gubbio si sta lavorando per “allestire un museo della Festa dei Ceri per far conoscere, anche ai visitatori che arrivano in città in momenti diversi dell’anno, lo spirito del grande evento del 15 maggio. McCurry – ha concluso – ha già annunciato la sua presenza a Gubbio per la Corsa dei Ceri del 2015”.

La Regione Umbria nell’ambito della Mostra sperimenterà la tecnologia iBeacon, una nuova forma di comunicazione specifica, dedicata alla veicolazione di contenuti multimediali aggiuntivi rispetto alle classiche didascalie, che compariranno direttamente sul proprio smartphone, dopo aver scaricato un’apposita applicazione all’ingresso della mostra. E’ la prima mostra in Italia a usare questa tecnologia che consentirà nell’immediato futuro di continuare a essere la prima Regione in Italia a sviluppare la propria comunicazione e promozione con sistemi digitali.
L’applicazione sarà disponibile sia per Apple sia per Android.